SEGUI ARPACAL SU

Policy - Termini e condizioni di utilizzo dei canali social media dell’'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente della Calabria (Arpacal)


Chi e dove
L’Arpacal utilizza i principali social media per comunicare con i cittadini attraverso la rete. I canali istituzionali sono gestiti da uno staff che fa capo all’Ufficio Comunicazione e alla Direzione Generale dell’Agenzia.

Contenuti
I canali digitali dell’Arpacal vengono utilizzati per informare i cittadini circa le attività dell’Agenzia e per raccogliere commenti, richieste, domande, critiche e suggerimenti.
I canali producono propri contenuti testuali, fotografie, infografiche, video e altri materiali multimediali che sono da considerarsi in licenza Creative Commons CC BYND 3.0: possono quindi essere riprodotti liberamente, ma devono sempre essere accreditati al canale originale di riferimento. Commenti e post degli utenti, che dovrebbero sempre presentarsi con nome e cognome, rappresentano l’opinione dei singoli e non quella dell’Arpacal, che non può essere ritenuta responsabile della veridicità o meno di ciò che viene postato sui canali da terzi, entità giuridiche o naturali.
Le regole circa i processi di moderazione vengono presentate nel relativo paragrafo.

Risposte
I canali dell’Arpacal verranno moderati dal lunedì al venerdì, dalle 08.00 alle 14.00. Ogni richiesta verrà monitorata e presa in carico. L’obiettivo è di rispondere alle richieste dei cittadini ogni volta sia possibile, o dirottarle agli uffici competenti per individuare la risposta più pertinente. I tempi di risposta variano in base alla tipologia di richiesta; non tutto potrà essere risolto attraverso i canali social media, ma sarà fatto il possibile per indicare le soluzioni migliori.

Moderazione
Tutti hanno il diritto di intervenire ed esprimere la propria libera opinione. Nei canali social dell’Arpacal non è prevista alcuna moderazione preventiva. Tuttavia saranno rimossi commenti e post che violino le condizioni esposte in questo documento. In particolare questi canali non possono essere usati per pubblicare post e commenti che siano discriminatori o offensivi nei confronti di altri utenti, presenti o meno alla discussione, di enti, associazioni, aziende o di chi gestisce e modera i canali social, per nessuna ragione. Non saranno tollerati insulti, turpiloquio, minacce o atteggiamenti che ledano la dignità personale, i diritti delle minoranze e dei minori, i principi di libertà e uguaglianza.
Verranno inoltre moderati: i commenti che risultano fuori argomento rispetto alla discussione di un determinato post (off topic); i commenti o i post che presentano dati sensibili; gli interventi inseriti ripetutamente; i commenti e i post scritti per disturbare la discussione o offendere chi gestisce e modera i canali social; lo spam.
Per chi dovesse violare ripetutamente queste condizioni o quelle contenute nelle policy degli strumenti adottati, lo staff si riserva il diritto di usare il ban o il blocco per impedire ulteriori interventi e di segnalare l’utente ai responsabili della piattaforma ed eventualmente alle forze dell’ordine preposte.

Promozione di iniziative
Ogni cittadino può proporre liberamente proprie iniziative sui canali social dell’Arpacal attraverso link o post dedicati. Segnalazioni di questo tipo nei commenti sono ammesse se pertinenti alla discussione in corso. I commenti e i post che nulla hanno a che vedere le attività dell’Arpacal o l’ambiente saranno rimossi. I contributi meramente pubblicitari saranno rimossi.

Privacy
Si ricorda che il trattamento dei dati personali degli utenti risponderà alle policy in uso sulle piattaforme utilizzate (Facebook, Twitter, YouTube, Google+). I dati sensibili postati in commenti o post pubblici all’interno dei canali sui social media dell’Arpacal verranno rimossi (vedi sezione Moderazione). I dati condivisi dagli utenti attraverso messaggi privati spediti direttamente ai gestori dei canali saranno trattati nel rispetto delle leggi italiane sulla privacy.

Condividi su:
FaceBook  Twitter