SEGUI ARPACAL SU

Le attività di  Educazione Ambientale e alla Sostenibilità rientrano tra i compiti istituzionali del Sistema Nazionale per la Protezione dell'Ambiente SNPA, così come sancito  dalla Legge n.132/2016 – all' art.3 lett.G -  che delinea funzioni e performance omogenee delle Agenzie ambientali su tutto il territorio nazionale istituendo così  una vera e propria rete che condivide modelli, strumenti e azioni. I principi e le finalità recepiti da Arpacal, sono definiti  nel nuovo Regolamento  di organizzazione dell'Agenzia (D.G.R. n. 43 del 08.02.2018) -  che demanda al  Centro Regionale Sistemi Gestione Integrati Qualità e Ambiente - CR SGI QA -   la gestione delle attività di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità.

Per il conseguimento degli obiettivi previsti sulle tematiche educative ambientali,  il CR SGI QA si avvale del GdL EAS, che, attraverso un piano organizzativo e funzionale,  predispone una progettualità coordinata e finalizzataa sviluppare un approccio educativo che  tenga conto  del fondamento tecnico-scientifico dei dati rilevati dall'Agenzia sulle diverse matrici ambientali e risultanti dalle attività di controllo e di monitoraggio,  attraverso una  loro lettura integrata  e coniugata con i concetti della sostenibilità ambientale con la traduzione in “informazioni”  dei processi educativi rivolti alla cittadinanza, alle organizzazioni e alle istituzioni scolastiche.

Le attività  che vengono programmate hanno  leseguenti caratteristiche:

  • Rilevanza regionale: progetti e campagne informative realizzate su tutto il territorio regionale;
  • Specificità: attività mirate a soddisfare bisogni educativi che richiedono precipue competenze tecniche e scientifiche delle quali Arpacal è dotata;
  • Compartecipazione: ad iniziative proposte da altri soggetti (mettendo a disposizione risorse umane etecnologiche), in particolare con  le Istituzioni Scolastiche.

Le procedure operative e metodologiche utilizzate sono riportate nelle “Linee guida” redatte dal GdL  EAS dell'Agenzia. (inserire link di riferimento per consultare Linee guida..)

Il Gruppo EAS

La Direzione Generale di Arpacal sin dal 2012  ha istituito il Gruppo di Lavoro EAS puntando su una rete di referenti dell'educazione ambientale opportunamente distribuiti su tutto il territorio regionale (Direzioni, Dipartimenti, Centri), al fine di rispondere alle esigenze  sempre più numerose dei cittadini calabresi di approfondire le conoscenze  sulle tematiche ambientali e con l'obiettivo  di implementare, pianificare, progettare ed avviare  azioni finalizzate al raggiungimento degli obiettivi previsti dall'Agenzia e correlati con gli orientamenti definiti a livello regionale, nazionale e internazionale (Dipartimento Ambiente Regione Calabria, SNPA/ISPRA, Agenda 2030 dell'ONU, UNESCO, etc.).

Educazione Ambientale e alla Sostenibilità

Uno dei principi cardine su cui si fondano le strategie del Sistema delle Agenzie Ambientali è la diffusione culturale in termini di formazione, informazione, ricerca ed educazione ambientale, azioni che consentono di implementare le attività di controllo ambientale con attività di “protezione e prevenzione ambientale”, nell’ottica di uno sviluppo sostenibile, inconcepibile senza un’azione strategica di potenziamento culturale sia degli operatori sia dei cittadini.

L'educazione ambientale rafforza dunque la protezione dell'ambiente diffondendo una cultura della sostenibilità presso tutte le fasce d'età della popolazione, favorendo le forme di conoscenza attiva e processi di cambiamento, stimolando la collaborazione, la partecipazione ed il lavoro in rete.

Le attività di informazione, formazione, ed educazione ambientale  vertono su tematiche relative all´integrazione tra ambiente e salute costituendo parte integrante dei compiti istituzionali di Arpacal. Obiettivo prioritario è infatti la valorizzazione delle proprie competenze, in tema di qualità, ecomanagement ed educazione orientata alla sostenibilità ambientale, per la realizzazione di programmi e progetti multidisciplinari, anche sperimentali, in sinergia con tutti i portatori di interesse attivi nel contesto  regionale, nazionale o europeo.

In particolare nel campo dell’educazione ambientale, le Agenzie per la protezione dell’ambiente promuovono e gestiscono numerose iniziative rivolte a diversi soggetti, dagli alunni delle scuole agli insegnanti, ai singoli cittadini, agli operatori ambientali, al personale di enti, amministrazioni, università e centri di ricerca.

La rete ambientale

La partecipazione di un  referenteARPACAL al GdL interagenziale per l'Educazione Ambientale e alla Sostenibilità coordinato dal TIC V del SNPA e composto dai Referenti per l'educazione ambientale dell'ISPRA e delle ARPA/APPA, ci consente di contribuire alla promozione e condivisione dei valori, dei principi e delle finalità dell'educazione per lo sviluppo sostenibile, nonché alla progettazione e predisposizione di programmi e prodotti per l'educazione e la formazione ambientale.

La parallela presenza del referente ARPACAL anche al “Tavolo di lavoro permanente” costituito  presso il Settore 6 del Dipartimento Ambiente e Territorio della Regione Calabria sui temi  dell'Educazione Ambientale, costituisceun ulteriore importante elementoperla rete regionale, sicuramente funzionale alla dichiarata volontà di rendere più omogenea e coordinata l'attività educativa sull'ambiente a livello territoriale.

Contatti Gruppo EAS

Per informazioni contattare i componenti  del GdL EAS:e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sede di Catanzaro:

dott.ssa Claudia Morabito - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Via Lungomare  Loc. Mosca (zona Giovino  Porto) 88100 Catanzaro - tel. 0961.732500 

Sede di Cosenza:

dott.ssa Rosalba Odoguardi – dott. Mario Foglietti - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Via L. Da Vinci 87040 - Castrolibero (CS)  - tel. 0984.899032

Sede di Crotone:

dott.ssa Maria Serafina Oliverio- e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Via Enrico Fermi, (località Passovecchio) 88900 – Crotone - tel. 0962.930669

Sede di Reggio Calabria:

dott.ssa Fortunata Giordano- e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Via Troncovito snc - 89135 - Gallico Superiore (RC) - Tel e fax 0965.372618

Sede di Vibo Valentia:

dott. Saverio Rizzo- e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Località Aereoporto(ex kernel)Zona Industriale di Vibo Valentia - 89900 - Vibo Valentia Tel  0963.567286 - Fax 0963.567367

Centro Regionale Geologia e Amianto:

d.ssa Natalia Fera - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Via della Pace, 6 – 87040 Castrolibero (CS) - Tel e Fax: 0984.851907

Centro regionale Funzionale Multirischi:

ing. Salvatore Arcuri - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Viale degli Angioini, 143  - 88100 Catanzaro - Tel 0961/531111 - Fax 0961/531122

 

Linee guida del gruppo EAS

Sono state redatte con l'obiettivo di ottimizzare e rendere efficace la stesura di programmi e progetti, assicurare omogeneità e qualità alle iniziative,  condividere l'utilizzo di metodologie appropriate, dei criteri di valutazione sulle  attività educative svolte e rafforzare le competenze educative nel sistema agenziale.

 

Le nostre iniziative

Nel corso degli anni Arpa Calabria, ha presentato una ricca e varia  offerta formativa di educazione, informazione e sensibilizzazione sui temi ambientali, implementando la collaborazione con le altre entità regionali, coinvolgendo gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado e universitari in progetti  di natura interdisciplinare e di carattere generale. Ha aderito con progetti e iniziative a varie campagne nazionali e internazionali quali la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, la Giornata Mondiale dell'Ambiente, etc. Ha notevolmente implementato la costruzione di partnership attivando importanti opportunità di interazione e condivisione di competenze sia a livello metodologico che tematico.

 

Arpacal ha sviluppato da anni un costante e proficuo rapporto con il mondo della scuola interagendo costantemente con studenti e docenti per la creazione e realizzazione di proposte educative volte a promuovere la “Cultura dell'Ambiente”, ovvero quel complesso di conoscenze, di valori e di competenze che riguardano tanto la tutela dell'ambiente quanto la salute e la qualità di vita delle persone. La finalità è quella di creare momenti di confronto e di comunicazione con gli studenti per costruire insieme uno spazio di riflessione critica partecipata, in cui gli obiettivi di ciascuno dipendono da quelli intrapresi e condivisi dagli altri.

 

Struttura generale delle attività

Gli interventi  vengono svolti dagli educatori ambientali e/o dal personale tecnico di Arpacal in co-presenza con il docente scolastico. Le attività didattiche vengono effettuate mediante l'utilizzo di metodologie non formali e, seppure ogni attività abbia una propria tipologia e modalità di svolgimento, si privilegiano  l'interdisciplinarità e la trasversalità delle tematiche trattate.

 

Proposte educative:

  • attività presso le scuole o le sale attrezzate dell'Agenzia per l'attuazione di programmi sulle tematiche dell'educazione alla sostenibilità;
  • laboratori didattici con modalità interattive e con il supporto tecnico/scientifico degli esperti di Arpacal;
  • visite ai Laboratori dell'Agenzia:Laboratori Bionaturalistici e tossicologici, Laboratori chimici e Laboratori fisici;
  • visite ai Servizi Territoriali di monitoraggio e controllo dei Dipartimenti Provinciali: Servizi Aria, Servizi Acque, Servizi Suolo e rifiuti, Servizi Agenti Fisici, Servizi Radiazioni e rumore, Servizi Verifiche Impiantistiche;
  • visite  ai Centri Regionali e Laboratori a valenza regionale: Centro Regionale Sistemi di Gestione Integrati Qualità e Ambiente, Centro Regionale Geologia e Amianto, Centro Regionale Strategia Marina, Centro Regionale Multirischi, Laboratorio Fitofarmaci a valenza regionale;
  • uscite sul territorio: esperienze sulle attività di monitoraggio dell'Agenzia, percorsi educativi sulla biodiversità e sulla conoscenza e tutela di specifiche peculiarità ambientali;

Le richieste dovranno pervenire al Referente EAS presso il Centro Regionale Sistemi di Gestione Integrati Qualità e Ambiente ed al Referente EAS presso il Dipartimento Provinciale o Centro Regionale di riferimento, utilizzando l’apposito modulo di prenotazione (vedi link modulistica)

  • ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

L’Alternanza scuola-lavoro è una modalità didattica che, attraverso l’esperienza pratica, aiuta a consolidare le conoscenze acquisite a scuola e a testare sul campo le possibili attitudini degli studenti, ad arricchirne la formazione e ad orientarne il percorso di studio e, in futuro di lavoro, sviluppando progetti in linea con i piani di studi. L’Alternanza scuola-lavoro, obbligatoria per tutti gli studenti degli ultimi tre anni delle scuole superiori, licei compresi, è una delle innovazioni più significative della legge 107 del 2015 (La Buona Scuola) in linea con il principio della scuola aperta.

  • Attivazione tirocini di Alternanza Scuola-Lavoro

E’ possibile per gli istituti scolastici attivare accordi e convenzioni ai fini della realizzazione di progetti di Alternanza Scuola Lavoro con ARPA Calabria. La richiesta, redatta su carta intestata, deve essere firmata dal Dirigente scolastico o da altro rappresentante delegato ed essere trasmessa al GdL EAS via e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. contattando il Dipartimento Provinciale o il Centro Regionaledi riferimento dell'Agenzia.

Arpacal, seguendo un criterio cronologico,  redigerà un elenco delle domande pervenute. Gli Istituti scolastici che risultano potenziali assegnatari dei progetti formativi verranno contattati dai referenti di Arpacal per concordare tematiche, modalità e criteri operativi dei percorsi educativi che, tenuto conto della concreta disponibilità dell'Agenzia, potranno essere attivati.

  • Offerta formativa Alternanza Scuola Lavoro
  • Attività presso i Laboratori ed i Servizi dell'Agenzia;
  • Visite guidate alle strutture e ai Centri Regionali (CFM, CRSM, CGA etc.);
  • Esperienze “in situ” sul territorio, nei luoghi oggetto di monitoraggi e controlli da parte dell'Agenzia;
  • Eventi e manifestazioni, convegni, seminari, tavoli di lavoro, etc., sulle tematiche di progetto;
  • Affiancamento con tutor agenziale;
  • Co-progettazione con i tutor scolastici;
  • Redazione schede valutazione sull'attività svolta dagli studenti;
  • Stesura Report finali
  • Normativa
  • Procedura per la Gestione della Sicurezza nell'Alternanza Scuola Lavoro (inserire link di riferimento per scaricare documento..)


 

 

ARCHIVIO:

 

Ci presentiamo:

 

MATERIALE: