SEGUI ARPACAL SU

Multirischi 2.0: consegnato il radar mobile acquistato con fondi POR Calabria

Come anticipato il 5 novembre scorso ai rappresentanti dell’Unione Europea, scesi in quei giorni in Calabria per il Comitato di Sorveglianza POR – e che per l’occasione avevano fatto visita al Multirischi Arpacal per visionare lo stato di avanzamento dei lavori del progetto Multirischi 2.0 - è stata consegnata oggi a Catanzaro l’unità radar mobile che andrà a potenziare la strumentazione tecnologica del centro funzionale decentrato della Calabria, diretto dall’ing. Eugenio Filice.

Leggi tutto...

Meteo: rapporto del Multirischi Arpacal sull'evento "Medicane" in Calabria di fine ottobre

Come da consuetudine, il Centro funzionale Multirischi dell’Arpacal, diretto dall’ing. Eugenio Filice, ha trasmesso nei giorni scorsi a Regione Calabria, nonché agli enti a vario titolo competenti, il “Rapporto Sintetico di evento” che ha analizzato l’andamento delle condizioni meteo climatiche, contraddistinte dalla presenza del cosiddetto “Medicane”, sulla nostra regione dal 24 al 30 ottobre 2021.

Leggi tutto...

Comitato di Sorveglianza del POR Calabria: visita anche al Multirischi Arpacal

I rappresentanti dell’Unione Europea, presenti in questi giorni in Calabria per il Comitato di Sorveglianza POR, hanno fatto anche visita ieri al Multirischi Arpacal per visionare lo stato di avanzamento dei lavori del progetto Multirischi 2.0 che, come noto, è finanziato con fondi comunitari. Multirischi Arpacal che è stato scelto come caso di studio della corretta gestione dei fondi europei.

Leggi tutto...

Meteo: report sintetico del Multirischi sulle perturbazioni delle ultime 48 ore

Negli ultimi due giorni, è la stazione meteorologica di Cassari in comune di Fabrizia, provincia di Vibo Valentia, ad aver registrato la precipitazione cumulata più elevata in Calabria: in meno di 48 ore (dalle 17:00 del 24 alle 10:30 del 26 ottobre) sono stati misurati  451.6 mm. Seguono Chiaravalle Centrale ( 358.2 mm) , Mongiana (350.4 mm), Antonimina Canolo Nuovo (314.4 mm) , Serra San Bruno (259.2 mm), Fabrizia (257.8 mm), Santa Caterina dello Ionio (255.4 mm), Palermiti (241.2 mm).

Leggi tutto...

Multirischi 2.0: progetto presentato all'Earth Technology Expo di Firenze

Il centro funzionale Multirischi dell’Arpacal, rappresentato dal suo direttore Ing. Eugenio Filice e dal funzionario Ing. Gino Russo, ha presentato settimana scorsa a Firenze, in occasione della fiera ETE – Earth Technology Expo, il suo progetto denominato “Multirischi 2.0” finanziata con fondi POR Calabria 2014-2020, Asse Prioritario 5 – Prevenzione dei rischi – Azione 5.1.4.

Leggi tutto...

Meteo: report del Multirischi sulle perturbazioni del weekend

E’ la stazione di Monasterace – Punta Stilo, in provincia di Reggio Calabria, con un valore di 170,8 mm, ad aver registrato la precipitazione più elevata nel weekend da poco concluso, seguita dalla stazione di Petronà , in provincia di Catanzaro, con 107,4 mm, e Soverato con 92,6 mm. A registrarlo la rete meteorologica regionale del Centro Funzionale Multirischi dell’Arpacal che ha seguito H24 la perturbazione che ha determinato precipitazioni intense, soprattutto sul versante ionico e in particolare sulle zone costiere.

 

Leggi tutto...

Meteo: registrato dal Multirischi picco di 45,4° a Bova Marina ad Agosto

Nella prima metà del mese di agosto, su tutto il territorio regionale, interessato da una vasta area anticiclonica di matrice nord-africana posizionata stabilmente sul Mediterraneo centrale, è stato registrato il picco termico di 45,4 gradi centigradi, in particolare  martedì 10 agosto . A registrarlo è la stazione denominata “Bova Superiore Frana”, in comune di Bova Marina, provincia di Reggio Calabria, appartenente alla rete regionale del Centro Funzionale Multirischi dell’Arpacal.

Leggi tutto...

Rischi naturali: le attività del Multirischi Arpacal per la lotta alla desertificazione

Oggi si celebra in tutto il mondo la Giornata mondiale dedicata alla lotta alla desertificazione, quel processo climatico-ambientale, causato spesso dalle attività umane, che provoca progressivamente la degradazione dei suoli, la riduzione delle risorse idriche e la scomparsa della biosfera. Per l’Arpacal, il Centro Funzionale Multirischi, diretto dall’ing. Eugenio Filice, oltre a far parte del Sistema di Allertamento Regionale per il Rischio Idrogeologico ed Idraulico, in virtù dei dati raccolti dalle stazioni meteo dislocate sull’intero territorio regionale, monitora costantemente gli indicatori della siccità che sono anche precursori del rischio desertificazione.

Leggi tutto...

Ricerca nel sito www.arpacal.it

Accesso riservato